"Formazione dei formatori e sviluppo di una rete di assistenti maternali professionisti" (1998-2001)

Progetto pilota lanciato in partnership con la Fondazione "Hope Cottage" di Dallas Texas che ha assicurato il training (3 moduli) e le Direzioni per la Protezione del Bambino delle Province di Braşov, Buzău, Covansa, Harghita, Ilfov, Prahova, che hanno assicurato i partecipanti (assistenti sociali e psicologi).

Finalità:
Formazione dei primi specialisti nel campo dell'assistenza sociale e protezione dei diritti del bambino;
Creazione della prima rete di assistenti maternali professionisti;
Costituzione di alcuni posti di lavoro per persone disoccupate, selezionate, preparate ed attestate per diventare Assistente Maternale Professionista;
Diminuzione massiccia del numero di bambini istituzionalizzati (centinaia di bambini, usciti dalle case per bambini, essendo affidati presso assistenti maternali professionisti). Galerie foto

"Una casa per ogni bambino" (1998-2011)

Programma di interesse nazionale, rivolto ad oltre 80 mila bambini abbandonati in quel periodo, in case per bambini o vari ospedali.

Il rispetto del diritto costituzionale di ogni bambino per avere una famiglia è stato garantito dalla legislazione romena vigente, indi la Legge No. 87/1998, in piena corrispondenza alla legislazione internazionale, indi la Convenzione ONU e la Convenzione di Aja, convenzioni dove Romania è parte.

La Associazione Catharsis è stata accreditata annualmente dalle autorità locali e centrali per individuare le persone o le famiglie idonee che desiderano adottare uno o più bambini, ai sensi della legislazione vigenti.
Il programma di adozione si è svolto in partnership con la Commissione per la Protezione dei Diritti del Bambino della provincia in cui il bambino eleggibile all'adozione aveva il domicilio, secondo le Ripartizioni emesse dal Comitato Romeno per Adozioni. Decine di bambini ebbero l'opportunità di uscire dai centri di piazzamento, di essere inseriti nelle famiglie adottive, di cambiare per sempre il loro destino.

Il monitoraggio per 2 anni, dell'evoluzione dei bambini adottati tra gli anni 1998-2011 dalle famiglie di Braşov, Bucarest, Brăila, Botoşani, Covasna, Constanţa, Dâmboviţa, ma anche di coloro che furono adottati da famiglie di romeni stabiliti all'estero (Canada, Germania) o da famiglie straniere di Irlanda, Italia, Francia, Grecia, SUA, tra gli anni 1998-2001, conferma ancora una volta il ruolo determinante dell'adozione al fine di realizzare l'interesse superiore del bambino abbandonato, quello di crescere e svilupparsi in modo armonioso in una famiglia, in un ambiente sicuro.
Tra gli anni 1998 – 2001 sono stati adottati attraverso l'adozione internazionale con il supporto della Associazione, soltanto quei bambini che, anche se avevano ripartizione governativa per essere adottati, purtroppo non sono mai stati richiesti in adozione nazionale da nessuna famiglia di romeni, per causa dell'etnia, dell'età o dello stato di salute (bambini di etnia rroma, bambini con età di oltre 6 anni, gruppi di 2, 3, 4 fratelli, bambini con malformazioni congenite, bambini malati di epatite B o C, tubercolosi, epilessia, autismo, affezioni cardiache/oculistiche).
L'adozione internazionale, garantendo il rispetto del principio "pari opportunità ed indiscriminazione" ha offerto a questi bambini l'unica opportunità di avere genitori, famiglia, un'infanzia felice ed una vita in sicurezza. Molti di questi bambini sono tornati in Romania, hanno visitato la casa per bambini da dove sono partiti, hanno cercato la loro famiglia naturale, gli amici, le persone che ricordavano, comprendendo soltanto adesso, le ragioni per cui sono stati abbandonati/adottati. Le adozioni internazionali sono state sospese a Ottobre del 2001 e bloccate nel febraio 2004.

Il 6 Dicembre 1998, la Associazione Catharsis ha organizzato la prima Festa dei bambini adottati da famiglie di Braşov e Covasna. L'evento ebbe un forte impatto nella comunità. È aumentato il numero di famiglie e persone desiderose di adottare un bambino e nel frattempo, è aumentato il numero di bambini disistituzionalizzati ed inseriti nelle famiglie adottive.

Finalità:
Le relazioni post-adozione, corredate dalle fotografie dei bambini adottati, sono testimonianze eloquenti del fatto che questi bambini vivono, sono felici, godono dall'amore e della protezione dei genitori, di cure mediche particolari, sono ben inseriti dal punto di vista sociale, conoscono le ragioni per cui sono stati abbandonati ed a seguito, adottati.

Periodicamente, in occasione delle feste dei bambini adottati, a tali bambini è offerta la possibilità di incontrare i rappresentanti delle autorità romene (assistenti sociali, psicologi, consulenti giuridici, medici, giudici, giornalisti, direttori, presidenti di commissioni , diplomatici) riuscendo in questo modo, a mantenere il legame con il paese d'origine.

Il programma di adozione nazionale continua.

Galerie foto

 
 

Catharsis - 20 de ani

 

Programmi e projetti svolti

  bullet   nel 2013-2014
  bullet   nel 2012
  bullet   nel 2008-2012
  bullet   nel 2007
  bullet   nel 2004-2006
  bullet   nel 2002-2003
  bullet   nel 2001-2002
  bullet   nel 2001
  bullet   nel 2000-2001
  bullet   nel 1999
  bullet   nel 1998
  bullet   nel 1997
  bullet   nel 1996
 
 

Progetti in corso - 2014